L'ingrediente

L'ingrediente
...e ricordatevi sempre che l'ingrediente più importante di tutti è dividere il piatto con qualcuno che amate ....... penso che aggiunga alla ricetta un gusto speciale!

giovedì 26 gennaio 2012

Gnocchi di polenta


ingredienti per 4
400 g di polenta pronta
semola di grano duro q.b.
3 uova
75 cl di passata di pomodoro
200 g di salsicce fresche
1/2 bicchiere di vino bianco
1 cipolla rossa
foglie di basilico q.b.
100 g di parmigiano reggiano
sale q.b.
olio extra vergine d'oliva q.b.
pepe nero q.b.

Preparazione
Di solito quando viene preparata la polenta non ci si regola mai con la quantità e succede sempre che ne avanza un pò, perchè comunque uno si tuffa sul condimento e sugli intingoli vari e alla fine rimane sempre l'orfanello.....quel pezzettino per il quale non è rimasto neanche un pò di sughetto, quindi tristemente rimane in balia del suo destino.
Ma quale può essere un destino migliore se non quello di trasformarsi in un piatto eccezionale e innovativo?
Prendete la vostra polenta avanzata e schiacciatela con una forchetta, inglobatevi le uova un pò per volta e mescolate per bene.  Aggiungete la farina, impastando con cura, l'importante, però è che ne mettiate un pugnetto alla volta. Dovrete evitare infatti che l'impasto vi diventi troppo secco, altrimenti dovrete aggiungere dell'acqua e questa potrebbe corrompre la buona riuscita dei vostri gnocchi.
Dopo aver ottenuto un impasto liscio ed omogeneo (senza grumi), realizzate dei salsicciotti dello spessore di 1 cm e ricavatene delle palline che righerete con i rebbi di una forchetta. Spolverateli di farina e lasciateli riposare per qualche ora tra due canovacci spessi ed asciutti.
Preparate il vostro ragù di salsiccia. Lasciate soffriggere la cipolla finchè non sarà appena dorata, eliminate le pellicine della salsiccia e aggiungetela a pezzetti al soffritto. Lasciatela rosolare per pochi minuti, sfumandola con il vino. Aggiungete la passata e lasciate cuocere a fuoco lento finchè non si riduce della metà, girando di tanto in tanto. Appena il sugo sarà pronto,  aggiungete le foglie di basilico intere e aggiustate di pepe e sale.
Portate ad ebollizione una pentola d'acqua salata e tuffatevi gli gnocchi. Basteranno 3/4 minuti perchè siano cotti. Scolateli e lasciateli ripassare nel sugo di salsiccia aggiungendo il parmigiano reggiano.
Se desiderate poi esagerare, scolateli 1 minuto prima e dopo averli conditi, riponeteli in una casseruola in forno per 10 minuti, giusto il tempo necessario per fare indorare la crosticina di parmigiano.
Come vino, ho trovato davvero interessante l'abbinamento con il Cabernet Sauvignon Oltrepò Pavese di colore rosso granato  e dal sapore intenso, caratteristico, asciutto e sapido.
Reazioni:

venerdì 20 gennaio 2012

Bignè glassati al mou


ingredienti per 20 bignè
4 uova grandi
200 ml acqua
100 g burro
130 g farina 00
1 pz sale
10 g zucchero


per la crema
3  albumi
50 g di amido di mais
450 ml di latte intero fresco
scorza di 1 limone non trattato
120 g di zucchero


per la copertura di crema al mou
250 g di panna liquida
200 g di zucchero
succo di limone q.b.
1 ricciolo di burro

Preparazione
Mettete sul fuoco un pentolino antiaderente e lasciate scaldare l'acqua. Prima che arrivi a bollore aggiungete il burro e lo zucchero e mescolate bene. Togliete dal fuoco e aggiugete velocemente la farina setacciata, rimettete sul fuoco e lasciate cuocere finchè l'impasto non inizia a staccarsi dalle pareti del pentolino. Appena il composto sarà freddato completamente, aggiungete uno alla volta le uova avendo cura di mescolarle per bene al resto dell'impasto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo (senza nessun residuo di parti liquide). Aiutandovi con una sacca a poche, ricavate dei dischetti su una teglia imburrata ed infornate per 15 minuti a 220° C.
Preparate la crema montando a neve ferma gli albumi, quindi aggiungete l'amido e mescolate lentamente. Aggiungete per ultimo lo zucchero e amalgamate al resto del composto. Gradualmente aggiungete il latte freddo e mescolate evitando che si formino i grumi. Aggiungete la scorza di limone e mettete ad addensare a fiamma bassa mescolando di tanto in tanto, per evitare che si attacchi sul fondo. Appena la crema sarà ben addensata, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Preparate la glassa al mou. Lasciate intiepidire la panna mentre a parte fate sciogliere lo zucchero, ottenendo un caramello dorato chiaro.  Mescolate lentamente il caramello con la panna, aggiungete il burro e qualche goccia di succo di limone, quindi riponete sul fuoco solo per qualche minuto. Completate la preparazione dei bignè farcendoli con la crema bianca e ricoprendoli con abbondante glassa al mou.
Reazioni:

Millefoglie al salmone ed erbette di campo



ingredienti per 4
200 g di pane carasau
400 g verdurine di campo miste
200 g di salmone affumicato
100 g di pecorino stagionato fresco
aceto balsamico q.b.
1 spicchio di aglio
olio extra vergine d'oliva q.b.
peperoncino rosso dolce q.b.
sale q.b.

Preparazione
Lavate accuratamente le verdure e scottatele in padella con un filo di acqua e sale, coprendole con un coperchio. Appena saranno appassite aggiungete uno spicchio di aglio, il peperoncino rosso dolce e un filo di olio d'oliva e lasciatele insaporire fino a completamento della cottura.
Prendete il pane carasau e dividentelo in  sfoglie più piccole, inumiditelo leggermente e sistematelo nei piatti. Disponete sopra il primo strato un pò di verdurina ancora calda e ricoprite con un nuovo strato di pane, quindi aggiungete il salmone e ripetete una seconda volta gli strati completando con una fetta di salmone e scaglie di pecorino.
Irrorate di olio extra vergine d'oliva e un filo di aceto balsamico.
Reazioni:

Bocconcini di tonno al pepe


ingredienti per 4
400 g di tonno fresco
pepe verde q.b.
zest di limone q.b.
1 bicchiere di aceto balsamico
1 cucchiaio di amido di mais
olio extra verdine d'oliva q.b.
sale q.b.

Preparazione
Prendete il tonno, tagliatelo in tranci dello spessore di 2 cm, ricavatene dei cubetti e rotolateli nel pepe leggermente schiacciato e nelle zest di limone.
Lasciateli riposare per 10 minuti in frigorifero. A parte mettete l'aceto balsamico in un pentolino e lasciatelo scaldare finchè non raggiunga la temperatura di ebollizione. Aggiungete quindi l'amido di mais setacciato un pò alla volta e mescolate fino ad ottenere una glassa densa.
Saldate una piastra e ricopritela con un foglio di carta forno, quindi prendete i vostri cubetti di tonno ed eliminate il pepe in eccesso e le zest di limone. Lasciateli rosolare un minuto per parte. Impiattateli aggiungendo il sale, l'olio e la glassa di aceto balsamico.
Il piatto va servito molto caldo, praticamente appena tolto dalla piastra, sarete avvolti da un'estasi di note profumate. Immancabile l'accostamento con un calice ghiacciato di vino bianco dalle note fruttate.



Reazioni:

Dolcetti caraibici


ingredienti per 15 dolcetti
300 g di mascarpone
150 g di zucchero a velo vanigliato
2 cucchiai di miele d'arancio 
2 fette di ananas fresco
100 g di polpa di cocco
200 g di farina di cocco
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 bicchierino di rum invecchiato
cristalli di zucchero colorati q.b.
pirottini di carta colorati

Preparazione
Prendete il mascarpone e lavoratelo con lo zucchro a velo e il miele. Appena avrete ottenuto una crema omogenea aggiungete la polpa grattugiata e 130 g di farina di cocco, mescolate per bene. A parte tagliate a dadini le fette di ananas e spruzzatele di rum e zucchero di canna, girandole di tanto in tanto per qualche minuto. Inumiditevi leggermente le mani con acqua fredda, quindi realizzate con la crema ottenuta delle palline della misura di una noce, inserendo al centro qualche pezzettino di ananas sgocciolato. Richiudetele perfettamente e rotolatele nella farina di cocco rimanente e nei cristalli di zucchero. Riponete i dolcetti su un piatto in frigorifero per mezz'ora. Trascorso questo tempo sistemateli nei pirottini di carta e lasciateli riposare per almeno 3 ore.
Questi dolcetti sono freschissimi e possono essere accompagnati sia con dei cocktail a base di frutta, sia con un bicchierino di rum leggermente scaldato.
Reazioni:

martedì 17 gennaio 2012

Pennette cremose alle zucchine

Questo piatto è l'ideale quando si ha poco tempo da dedicare ai fornelli e principalmente pochi ingredienti nel frigorifero, di sicuro però, c'è che si presta bene per tutte le stagioni. E' ottimo, leggero, veloce e profumatissimo!!!
ingredienti per 4
340 g di pennette rigate
4 zucchine
2 vasetti di yogurt magro al naturale
1 scalogno
1 cipollina fresca
olio extra vergine d'oliva q.b.
sale q.b.
pepe in grani misto q.b.
origano fresco q.b.


Preparazione
Lavate accuratamente le zucchine e tagliatele a julienne, quindi tamponatele in modo da renderle asciutte. Tagliate a pezzi grossi lo scalogno e la cipollina e lasciateli imbiondire in un filo di olio di oliva. Aggiungete le zucchine e lasciatele insaporire a fuoco vivo. Dopo pochi minuti, eliminate i pezzetti di cipollina e di scalogno, aggiustate di sale e lasciate completare la cottura. Le zucchine dovranno mantenere una consistenza piuttosto croccante, evitate che scuociano. Aggiungete per ultimo lo yogurt, amalgamatelo alle zucchine e lasciatelo ridurre di circa 1/3.
Tuffate le pennette in acqua bollente salata, scolatele al dente e mantecatele in padella per qualche minuto. Spegnete e aggiungete il pepe tritato ed l'origano fresco.
Reazioni:

lunedì 16 gennaio 2012

Vinello App - un modo divertente per ricordare sempre i migliori vini bevuti!

Usa Vinello per imprimere nella tua mente i migliori vini che tu abbia mai bevuto, e i momenti magici ad essi legati!
Attraverso questa applicazione, sarà estremamente facile memorizzare e condividere con i tuoi amici le tue esperienze etiliche!
Fotografa le etichette dei tuoi vini preferiti.
Estrapola in automatico dall’immagine le informazioni del vino.
Memorizza il luogo in cui il vino è stato bevuto, anche attraverso la geolocalizzazione.
Condividi con i tuoi amici le tue bevute, i vini migliori e le cantine da consigliare!

Da oggi, bere e ricordarsi, non sarà più un problema, grazie a Vinello!
Applicazione nata e sviluppata da un’idea di Davide Perino.




Reazioni:

Cassata siciliana

Uno dei dolci che preferisco in assoluto è la cassata siciliana! 
Non saprei come definirla altrimenti se non come una poesia di sapori e di odori perfettamente armonizzati nei loro contrasti.
La cassata è un dolce di origine araba, anticamente chiamato "Quas'at(termine riferito al contenitore utilizzato per mescolare tutti gli ingredienti). 
Apparentemente può sembrare un dolce di facile realizzazione, tuttavia il segreto per ottenere un risultato perfetto, è che tutti gli ingredienti siano di primissima scelta e che vengano lavorati con la cura e i tempi giusti!
ingredienti
250 g di ricotta di pecora fresca
100 g di gocce di cioccolato fondente
150 g di zucchero a velo vanigliato 
30 g di arancia candita
30 g di cedro candito
50 g di canditi misti (macedonia e ciliegine)
200 di pandispagna
100 g di acqua
100 g di zucchero semolato
1 bicchierino di rum
300 g di marzapane
colorante verde per alimenti q.b.
300 g di glassa di zucchero fondente

Preparazione
Prendete la ricotta e lavoratela a lungo con lo zucchero a velo fino a renderla soffice e spumosa. Aggiungete un pò alla volta le gocce di cioccolato e i canditi, mescolando lentamente dal basso verso l'alto con un cucchiaio di legno. Lasciate riposare in frigorifero per un'ora circa.
In un pentolino fate sciogliere lo zucchero nell'acqua, a fuoco vivo lasciando ridurre leggermente. Spegnete e lasciate intiepidire, quindi aggiungete il rum (se preferite una bagna meno alcolica, aggiungete il rum al composto ancora caldo, in questo modo evaporerà gran parte dell'alcool).
Prendete un contenitore a forma trapezoidale e rivestitelo completamente con la pellicola trasparente per alimenti.
Mescolate il colorante verde al marzapane, lavoratelo energicamente e stendetelo con un matterello fino ad ottenere una sfoglia di circa 2 mm (per ottenere una sfoglia di marzapane più velocemente spolverate con poco zucchero a velo, eviterete così che si attacchi al matterello).
Sistemate il marzapane sul fondo e sui bordi del contenitore, avendo cura che aderisca perfettamente alla pellicola.
Tagliate il pandispagna in dischi spessi circa 1 cm e ricavatene un disco più piccolo per il fondo, e dei rettangolini per i laterali, fate in modo che aderisca perfettamente al marzapane, quindi irrorate leggermente con la bagna di rum.
Prendete la crema di ricotta e sistematela sul pandispagna, livellandola perfettamente.
Chiudete tutto, ricoprendo con un disco più grande di pandispagna e bagnatelo con lo sciroppo di rum.
Riponete in frigorifero per almeno 6 ore. Trascorso questo tempo, prendete la base della cassata e sformatela, eliminando con cura la pellicola trasparente.
A parte, fate scaldare leggermente la glassa di zucchero fondente, quindi ricoprite completamente il marzapane. Guarnite a piacimento con le ciliegine e la frutta candita.

Reazioni: