L'ingrediente

L'ingrediente
...e ricordatevi sempre che l'ingrediente più importante di tutti è dividere il piatto con qualcuno che amate ....... penso che aggiunga alla ricetta un gusto speciale!

venerdì 28 giugno 2013

Insaltina fresca di funghi

Inizia a fare caldo cosa preparare di stuzzicante per non appesantirci troppo e reidratare il nostro organismo? Forse non tutti sapranno che i funghi oltre ad essere ricchissimi di acqua, quasi il 90% del loro peso, sono anche un'ottima fonte di sali minerali, come potassio, selenio, fosforo e rame, indispensabili al corretto funzionamento del nostro organismo. 
Spesso vengono considerati un alimento povero, ma di fatto potremmo dire l'esatto contrario, sono ricchissimi di proteine e di vitamine, infatti non dobbiamo stupirci quando leggiamo che ormai sono secoli che nella medicina non convenzionale, vengono considerati come antibiotici naturali, in grado rinforzare le difese immunitarie e di arginare l'insorgere di malattie cardiovascolari.
ingredienti per 4
500 g di funghi champignon 
200 g di grana padano
80 g di pomodorini datterino
100 g di ruchetta
olio extra vergine d'oliva q.b.
sale q.b.
pepe macinato q.b.

Preparazione
La preparazione di questa insalata è ultra facile, l'occorrente per un risultato perfetto sono solo gli ingredienti che dovranno essere freschissimi!
Lavate sotto l'acqua corrente i funghi eliminando completamente i granelli di terra e la parte bassa del gambo, lasciateli scolare e asciugateli tamponandoli con un panno morbido.
Lavate accuratamente i pomodorini e la rucola ed asciugateli. A questo punto si potrebbe dire  che il grosso della preparazione è fatto, quindi procedete alla composizione del piatto. Affettate i funghi e disponeteli su un piatto, ricopriteli con un po' di rucola e di scaglie di grana padano, aggiungete un pizzico di sale, quindi ripetete la composizione con un nuovo strato di funghi, rucola e formaggio. Completate con i pomodorini divisi a metà, altro formaggio e un pizzico di sale e di pepe, irrorate con abbondante olio d'oliva.
Prima di gustare questa insalata, vi consiglio di lasciarla riposare almeno 20 minuti, in questo otterrete una salsina di fondo profumata di tutti gli ingredienti.

Reazioni:

venerdì 21 giugno 2013

"5 domande e 1 segreto" per Simona, foodblogger de L'ingrediente segreto è. Buona lettura!

                         La mia intervista sulla pagina facebook Santa Cristina

1) Parlaci del tuo blog. Quando e perché lo hai aperto?

Il blog è nato quasi per caso, il 07 marzo del 2011, pensando comunque che sarebbe stato uno strumento in continua evoluzione: un vero e proprio ricettario online dove consultare i miei esperimenti culinari, che mi permettesse di diffondere la mia idea di cucina basata su ingredienti genuini e sapori originali, facendo sì che i piatti da me creati siano un perfetto connubio tradizionalità e modernità.

2) Perché il cibo è importante per te? Hai ricordi particolari legati alla cucina?

Il cibo non costituisce semplicemente il nostro nutrimento, ma attraverso il cibo si riesce a viaggiare nei sapori e nelle civiltà, raggiungendo con i sensi luoghi lontanissimi. Il cibo è cultura! Il ricordo più caro che ho della mia infanzia è l’intenso odore della cannella che sprigionava la torta alle mandorle ancora calda che preparava la mia mamma nelle occasioni importanti.

3) La fotografia è una parte importante del foodblogging. Sei un'appassionata? Quali sono i tuoi fotografi di food preferiti?

Direi che la fotografia è fondamentale: riuscire a rendere un piatto appetitoso attraverso un’immagine, effettivamente, è un’arte! Mi piace tantissimo fotografare i piatti che preparo; a volte, quando ho un po’ più di tempo, predispongo dei veri e propri mini-set, cercando di mantenere l’effetto più naturale possibile. Tra i fotografi di food apprezzo molto i lavori di Andrea Sudati e Alessio Creta.
                 


4) Quali sono gli altri foodblog che segui? Ci sono dei foodblogger che vorresti consigliarci?

Ne seguo diversi, tutti molto interessanti ed originali. Tra quelli che preferisco c'è sicuramente “Le padelle fan fracasso" di Sandra Merizzi. 

5) Qual è la forza dei blog culinari? Credi che i social network e il web in generale possano aiutare a riscoprire piatti lontani dall’idea fast-food? 

Penso che i blog culinari siano dei veri e propri archivi di ricette popolari, e attraverso il tam tam del web e dei social network si riescono a diffondere velocemente tantissime ricette locali diametralmente opposte all’idea del tipico pasto da fast food. 

6) Puoi rivelarci un tuo segreto da foodblogger?

Tantissima passione e voglia di imparare, in generale. Credo che porsi davanti alle cose nuove con tanta curiosità e voglia di mettersi in gioco dia sempre una marcia in più a chi intraprende questo tipo di “strada”, che non è sempre in discesa. 


Reazioni: