L'ingrediente

L'ingrediente
...e ricordatevi sempre che l'ingrediente più importante di tutti è dividere il piatto con qualcuno che amate ....... penso che aggiunga alla ricetta un gusto speciale!

mercoledì 28 agosto 2013

Pesche giganti alla crema

Con l'estate ormai agli sgoccioli, torna la voglia di gustare un dessert golosissimo e ipercalorico. Normalmente quando ho qualche rinfresco elegante, preparo le pesche mignon, completamente diverse da quelle che sto per presentarvi. Quando invece ho voglia di una botta calorica, ma che dia una soddisfazione unica, mi diletto con la preparazione delle pesche giganti che a Roma chiamano anche "chiappe di monaca".
Ingredienti per 8 pesche
800 g di farina forte (tipo manitoba)
3 uova grandi
100 g di zucchero
1 cucchiaino di miele
40 g di burro
50 g di olio di semi
la scorza di un limone non trattato
200 ml di latte intero (circa)
15 g di lievito di birra
farina extra q.b.

per la decorazione
300 g di crema pasticcera 
200 ml di alchermes
amarene sciroppate q.b.
zucchero semolato q.b.


Preparazione
Sciogliete nel latte a temperatura ambiente il lievito di birra e aggiungete lo zucchero ed il miele, mescolate, quindi aggiungete il burro ammorbidito e l'olio di semi (meglio se di girasole). Completate inglobando un po' alla volta la farina, le uova e la scorza del limone grattugiata, ottenendo, un impasto umido ed appiccicoso (se così non dovesse essere aggiungete un po' di acqua). Ricoprite con un telo umido e lasciate riposare per 30 minuti.
Trascorso questo tempo, riprendete l'impasto e aggiungete, se serve un po' di farina, lavorate energicamente con le mani fino ad ottenere un impasto soffice ed elastico, quindi, ricoprite nuovamente e lasciate lievitare finché non raddoppia di volume, in un luogo riparato e fresco.
Una volta che l'impasto sarà raddoppiato, riprendetelo e ricavate 16 palline della dimensione di un'albicocca, sistematele ben distanziate tra loro su alcune teglie ricoperte di carta-forno, ricopritele con un panno asciutto e lasciate lievitare finché il loro volume  non sarà raddoppiato. A questo punto, potrete procedere con la cottura in due diversi modi:
  1. in forno a 200°C per 10-15 min, e se le preferite più dorate potrete spennellarle con un po' di latte
  2. fritte, immergendole in abbondate olio di semi ben caldo per pochi minuti 
Ammetto che la preparazione potrebbe risultarvi un po' lunghetta ed articolata per via delle tre lievitazioni, però vi assicuro che una volta che le brioches saranno pronte, inizierà la parte divertente.

Preparate la crema pasticcera secondo la ricetta indicata in questo post:
sistemate in un contenitore profondo l'alchermes e su un piattino lo zucchero semolato. Prendete due brioches, farcitele con un po' di crema, quindi inzuppatele leggermente nell'alchermes e rotolatele nello zucchero. Completate con un'amarena sciroppata.
Vi consiglio di prepararle un po' prima perché se le lasciate riposare per qualche ora in frigorifero, lo zucchero formerà una crosticina croccante e gustosa e i sapori si bilanceranno perfettamente tra loro.

Reazioni: